• F.I.R. - Federazione Italiana Rugby

Inserisci l'indirizzo email associato al tuo account. Il nome utente ti verrà inviato via email.

Disclaimer - Clicca per visualizzare

La Federazione Italiana Rugby è impegnata, sin dalle fasi iniziali dell’emergenza sanitaria in atto, a garantire la tutela dei tesserati e la piena adesione del movimento rugbistico nazionale alle disposizioni delle autorità competenti. FIR è stata da subito attiva nella definizione di strategie di breve, medio e lungo termine per gestire efficacemente l’impatto della pandemia da COVID-19 sulla propria comunità, avviando contestualmente un percorso di definizione strategica per pianificare la ripartenza non appena le condizioni sanitarie lo consentiranno. In coerenza con i principi fondanti del rugby italiano, la FIR è orientata a sostenere attivamente le proprie Società ed a fornire loro tutte le indicazioni necessarie a guidarle attraverso un percorso che non potrà che generare modificazioni sul panorama economico, sociale e sportivo del nostro Paese. In questa pagina le Società troveranno le risposte alle domande più frequenti relative alle determinazioni di FIR, alle disposizioni ed ai provvedimenti governativi. Inoltre, tutte le Società potranno accedere ad un’area dedicata dove interagire, in merito a tematiche strettamente connesse alla situazione corrente, con gli uffici federali che sono regolarmente attivi in regime di lavoro agile. Non è in alcun modo facoltà di FIR fornire alle Società interpretazioni dei decreti governativi vigenti, per i quali le Società sono invitate a fare riferimento ai propri legali di fiducia.

F.A.Q.

Si potranno svolgere tutte le attività di squadra e di contatto esclusivamente previo possesso del super green pass. 

Ai minori di anni 12 NON è richiesto il super green pass.

I soggetti non in possesso del super green pass potranno fare solamente attività individuale con distanziamento di almeno 2 metri laterali e 10 in scia, senza possibilità di utilizzare spogliatoi e palestre e in zona rossa non potranno svolgere attività.

Le attività non di preminente interesse nazionale in zona rossa non si potranno svolgere nemmeno individualmente.

Si, secondo la legislazione vigente i tecnici, i dirigenti accompagnatori, i volontari e tutti coloro che svolgono attività di lavoro all’interno del centro sportivo dovranno essere in possesso del green pass base. Dal 15.02 anche tali soggetti, se over 50 dovranno avere il super green pass.

Si, a seguito di positività a pena di impossibilità di partecipare ad allenamento o gare si dovrà ripetere la visita medico sportiva secondo le indicazioni della FMSI e del Ministero della Salute.

Si dovrà contattare la ASL di competenza e seguire tutte le indicazioni che la stessa vorrà fornire. Si dovrà inoltre sanificare l’impianto sportivo che dovrà restare chiuso in attesa di sanificazione.



CONTATTACI

Non hai trovato la risposta che cercavi? Gli Uffici della FIR sono a tua disposizione. Accedi con indirizzo email del tuo Club con dominio @federugby.it e compila il form per aiutarci a rendere sempre più puntuale questa sezione.